Giro di Puglia in 24H – 2 e 3 Luglio 2016

Un anno fa, 22 giugno 2015, mi trovavo solo soletto lì dove inizia l’Adriatica, con il manubrio rivolto in direzione di Rimini e la consapevolezza che da un momento all’altro davanti a me avrei rivisto la mia terra e il profilo della mia bella Ceglie. Forse prima o poi racconterò tutto qui, giorno per giorno, nonostante ci sia già un video che “parla” per me.
A distanza di un anno, in un attimo di pausa dagli allenamenti e dai vari impegni, vorrei scrivere di quest’ultima cosa che farò praticamente tra 10 giorni. Tra chi la definisce “pazzia” e chi la definisce “impresa” non so davvero a chi dare ragione visto che si tratta di un percorso che si snoda per 600km all’interno della mia regione e che, pur tenendo conto della stanchezza, degli imprevisti e dei rallentamenti, cercherò di effettuare in 24 ore.

Partirò in mattinata inoltrata per dirigermi subito nella zona della Magna Grecia e delle Gravine e da li risalirò le Murge toccando Altamura e Minervino Murge, i punti altimetricamente più alti. Farò capolino nel foggiano e mi dirigerò sulla costa adriatica usando la SS16. Lo so che in bici non posso andarci ma spero di poter avere le gambe abbastanza “fresche” (dopo 200km) per potermi mettere nella scia dell’auto di WiFi MULTIMEDIA, che mi seguirà e sta promuovendo questa mia iniziativa, e tenere quantomeno una velocità compresa tra i 50 e i 70km/h. Poi la costa, finalmente! Credo che da Barletta inizierà la parte più piacevole, quella di un qualunque pomeriggio e di una qualunque sera di inizio estate, quella dove vedrò più gente e magari quella che mi riserverà anche calore umano. Bari, Polignano a Mare e poi si risale sulla Murgia fino al punto più alto, la capitale dei trulli, Alberobello che raggiungerò dopo aver attraversato prima Conversano e Putignano. Dalla Valle d’Itria mi tufferò nel Salento e spero, dopo aver attraversato Lecce, di godermi l’alba , pur avendola alle spalle, mentre mi dirigerò verso Porto Cesareo prima di cominciare la fase di rientro.

Effettivamente c’è una linea sottile tra pazzia e impresa, lo riconosco, ma ora ho le forze e la salute necessaria per provarci quantomeno e, in ogni caso, comunque vada, ho un’altra bella storia da raccontare a mio figlio/a, quando ci sarà, magari facendogli credere che il protagonista non sia io.

Credete in voi stessi, illudetevi se necessario ma agite sempre di cuore, nel rispetto di tutti e vostro soprattutto.

A presto

PS: gli aggiornamenti riguardo questo Giro di Puglia in 24H li troverete sulla mia pagina oppure su OPEN WEB Tv, che realizzerà le dirette streaming.

Annunci

3 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...